.

Condanne Corte dei Conti, Savt: consiglieri regionali devono sentirsi liberi di scegliere

Il sindacato interviene sulla convocazione straordinaria del Consiglio Valle del 15 settembre

 

Il Consiglio regionale straordinario del 15 settembre è «l'occasione per riaffermare e rafforzare il principio in base al quale l'operato dei consiglieri regionali, nel momento in cui siano stati acquisiti i dovuti pareri di legittimità e vengano rispettate le norme e le leggi, non possa e non debba portare a delle conseguenze sulla loro sfera personale». Lo afferma il Savt a proposito della convocazione per discutere della recente sentenza di condanna della Corte dei conti per i finanziamenti al Casinò di Saint-Vincent.

Il sindacato ricorda che il Consiglio regionale della Valle d'Aosta nei prossimi mesi si dovrà esprimere su diversi temi, dalla sanità ai trasporti, ed esprime il timore che «qualora ci trovassimo in una situazione in cui dovesse prevalere l'incertezza sui confini e gli ambiti di azione delle istituzioni politiche e di quelle giudiziarie, sarebbe forte il rischio di andare verso un pericoloso rallentamento dell'attività di governo e legislativa, con gravissime conseguenze sul futuro dei lavoratori e dei cittadini, nonché in generale sullo sviluppo della nostra Regione».

«Nell'assoluto rispetto della legittimità delle norme e delle leggi», i consiglieri regionali devono «sentirsi liberi di fare le scelte che ritengono essere le migliori per il futuro della nostra comunità, così come tra l'altro prevedono l'art. 122 della Costituzione e l'art. 24 dello Statuto Speciale di Autonomia. A valutare il loro operato - conclude il Savt - spetterà poi ai cittadini quando saranno chiamati nuovamente alle urne. Sarà quello il momento della verità».

 


E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it