.

Assalto alla Cgil, condanne anche di Alliance e VdA Futura

VdA Futura: condanniamo violenze di squadristi, polizia, tv, governo e istituzioni. Alliance: green pass utile per tornare alla normalità

 

Alliance Valdôtaine e Valle d'Aosta Futura si uniscono al coro di condanne per le violenze di sabato scorso, in occasione una manifestazione contro il green pass a Roma, contro la sede della Cgil.

Il commento di Alliance Valdôtaine

« È stata un’azione di matrice squadrista, inaccettabile, che nulla ha a che vedere con la difesa dei diritti, ma che, al contrario, costituisce uno sfregio alla convivenza democratica, oltre che un'offesa alle vittime della pandemia», afferma in una nota il gruppo esecutivo di Alliance Valdôtaine. Secondo il movimento «è necessaria una presa di distanza chiara da parte di tutte le forze politiche che si riconoscono nelle regole democratiche e nell’antifascismo, perché certe posizioni politiche ambigue e certi ammiccamenti sono pericolosi e intollerabili quanto la violenza stessa»

Il green pass, aggiunge AVi, è «lo strumento emergenziale più utile per favorire un ritorno alla normalità e alla circolazione delle persone. Condizioni di cui vi è una necessità assoluta, per fare ripartire il lavoro e l’economia. Su questi capisaldi, la condanna delle forze democratiche, e in particolare degli autonomisti valdostani, non può che essere unanime e coesa», conclude la nota.

Le condanne di VdA Futura

Valle d'Aosta Futura condanna «con forza le violenze» di sabato scorso «da parte di alcune decine di squadristi, persone che potranno tutte essere facilmente identificate e fermate». VdA Futura inoltre condanna «la violenza di alcuni poliziotti nei confronti di pacifici manifestanti» e «la violenza psicologica attuata da tutte le televisioni pubbliche e private - si legge in una nota - che hanno riportato unicamente gli atti vergognosi di poche persone senza mai mettere l’accento sulle manifestazioni pacifiche ed ordinate non solo a Roma ma in tantissime città italiane di molte decine di migliaia di cittadini (con numeri di partecipanti enormemente più grandi di quelli che vengono all’unisono strumentalmente riportati da tutti i media)».

VdA Futura inoltre condanna la «violenza verbale dei nostri massimi vertici istituzionali nei confronti di coloro che, legittimamente, decidono di non sottoporsi a questa "vaccinazione"», la «violenza delle misure prese nei confronti dei sanitari non "vaccinati"», la «violenza di misure coercitive e discriminatorie adottate sin dal 1° settembre per gli operatori scolastici e che impediranno dal 15 ottobre a tutti i cittadini di accedere liberamente al proprio posto di lavoro» e anche «la violenza del nostro Governo che ha imposto i tamponi a pagamento (l’anno scorso erano gratuiti per tutti) ad un costo proibitivo per un normale lavoratore oltre a non aver previsto un numero di punti sufficienti per l’esecuzione degli stessi (Farmacie, centri tamponi ecc) che sottopongono nel concreto i cittadini ad una difficilissima e umiliante ricerca di disponibilità e code estenuanti».

«Sosteniamo con forza - conclude VdA Futura - tutti i cittadini che liberamente e legittimamente aderiranno allo sciopero indetto dal 15 di ottobre e tutti coloro che a diverso titolo stanno operando per difendere e salvaguardare la nostra Costituzione».

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it