.

I principali provvedimenti approvati dalla Giunta regionale della Valle d'Aosta

Approvato un ddl sui contributi a sostegno della prima casa

 

Palazzo regionale

La Giunta regionale ha approvato l'organizzazione di un ciclo composto da quattro webinar rivolti ai dipendenti ed agli amministratori della Regione e del complesso delle pubbliche amministrazioni regionali in materia di contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzata, in attuazione dell'adesione della Regione all'Associazione “Avviso Pubblico - Enti Locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie".

Su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico, Formazione e Lavoro, il Governo regionale ha approvato il regolamento della 1022a Fiera di Sant'Orso.
L'Esecutivo regionale ha deciso l'acquisizione del servizio di realizzazione della campagna di promozione dei percorsi di formazione professionale (IeFP e IFTS) in fase di orientamento degli studenti in uscita dalla scuola secondaria di primo grado, per un importo di 82 mila euro.

Su proposta dell'assessore all'Agricoltura e Risorse naturali, la Giunta ha approvato i criteri applicativi per la concessione di aiuti a fondo perduto a favore delle P.M.I. (micro, piccole e medie imprese) operanti sul territorio regionale nel settore della produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti dell'acquacoltura e delle aziende agricole che intendono diversificare per l'effettuazione di investimenti materiali o immateriali.

Su proposta dell'assessore alle Finanze, Innovazione, Opere pubbliche e Territorio, la Giunta regionale ha deliberato di sottoporre al Consiglio regionale il disegno di legge riguardante i “Contributi in conto interessi a sostegno della prima abitazione. Modificazioni alla Legge regionale 11 febbraio 2020”. Il disegno di legge intende avviare un periodo sperimentale, limitato al triennio 2021-2023, di concessione di contributi in conto interessi, in un'unica soluzione.
Approvato inoltre il progetto esecutivo ed il capitolato speciale d'appalto dei lavori di manutenzione straordinaria inerenti alla copertura della sede dell'Assessorato agricoltura e risorse naturali in Comune di Saint-Christophe. L'importo complessivo stanziato è pari a euro 369.936 euro.
È stato autorizzato l'uso dei fondi, ammontanti a complessivi ad 1 milione 458 mila 400 euro finalizzati alla realizzazione del sistema di collettamento dei reflui al depuratore a servizio del comprensorio del Sub-ATO Mont Rose, con particolare riferimento al collegamento dei comuni di Hône e Bard.
Il Governo, preso atto del parere positivo espresso dal Consiglio permanente degli enti locali, ha approvato le modalità di erogazione dei contributi previsti dall'articolo 27 della l.r. 22/2021 in favore dei comuni per l'adeguamento, la ristrutturazione e la realizzazione di opere minori di pubblica utilità, per il triennio 2021-2023 per un importo di 5 milioni 475 mila euro per ciascun anno.

Su proposta dell'assessore all'Istruzione, Università, Politiche giovanili, Affari europei e Partecipate è stata approvata l'assegnazione per il 2021 di fondi vincolati all'Istituzione scolastica di Istruzione tecnica e professionale "I. Manzetti" di Aosta per l'acquisto, da parte del Centro Territoriale di Supporto (CTS) di dispositivi personali di fruizione per gli studenti con DSA da cedere, attraverso le Istituzioni scolastiche, in comodato d'uso alle famiglie. La spesa complessiva stanziata ammonta a 14.000 euro.

Su proposta infine dell'assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali, l'Esecutivo ha deciso di sottoporre al Consiglio regionale il disegno di legge concernente le «Disposizioni attinenti al settore sanitario». Il provvedimento reca disposizioni attinenti al settore sanitario, necessarie per garantire la funzionalità del sistema sanitario regionale, nell'anno 2022.
Il Governo regionale ha approvato la scheda progetto «Centro per le famiglie» nell'ambito delle azioni da finanziare attraverso il Fondo nazionale per le Politiche della famiglia per l'anno 2021 di cui al Decreto Ministeriale del 24 giugno 2021. Con tale provvedimento, l'Amministrazione regionale potrà richiedere l'assegnazione e il trasferimento di risorse messe a disposizione dal Ministero per le Pari Opportunità e la Famiglia per finanziare interventi volti a favorire la natalità e la genitorialità, anche con carattere di innovatività rispetto alle misure previste a livello nazionale, o di continuità dei progetti già attivati sui territori, anche tenuto conto dei nuovi bisogni legati all'emergenza da Covid-19.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it