.

Valle d'Aosta, una legge sperimentale per i mutui prima casa

Approvato dalla Giunta regionale un ddl che riduce i tassi di interesse per chi acquista, ristruttura o costruisce

 

Prima Casa

La Giunta regionale ha approvato lunedì un disegno di legge che introduce un contributo in conto interessi per la prima abitazione. Si tratta di una misura attivata in via sperimentale che andrà ad affiancarsi ai mutui prima casa.

Carlo Marzi, assessore regionale alle finanze, spiega: «La sospensione dei mutui prima casa è nota da tempo. Abbiamo messo in campo negli ultimi 12 mesi azioni che hanno ridotto le richieste di mutuo inevase, che ammontavano, al nostro insediamento, ad euro 85,3 milioni di euro sino agli attuali 21,5 milioni di euro, che vorremmo risolvere nei primi mesi del prossimo anno». Il disegno di legge approvato dal governo regionale «adotta in via sperimentale il contributo in conto interessi, una tantum, che abbatte il tasso di interesse per i privati che hanno ottenuto il mutuo per la prima casa dalla propria banca. L'obiettivo a tendere - prosegue l'assessore Marzi - è di offrire le due forme di sostegno attive che possono convivere senza sovrapporsi, in quanto rivolte a target diversi».

La misura andrà a beneficio dei privati che acquistano, costruiscono e ristrutturano la prima casa. Il contributo in conto interessi prevede l'erogazione della somma in un'unica soluzione anticipata per i soli mutui bancari di durata massima trentennale e la riduzione del tasso fisso sui mutui concessi dell'1,5% massimo secondo criteri che dovranno essere definiti dal governo regionale in un passaggio successivo all'approvazione della legge da parte del Consiglio Valle. 

L'operazione avrà un impatto sul bilancio regionale stimato in 6 milioni di euro nei tre anni di sperimentazione, dall'anno in corso fino al 2023 (di cui euro 1,5 milioni per l'anno 2021 e 2.250.000 euro nei successivi due anni).

 

 

Clara Rossi

.

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it