.

Minelli e Guichardaz lasciano la maggioranza: «Autonomisti non vogliono il confronto»

Le due consigliere del PCP vanno all'opposizione: «Valuteremo ogni provvedimento nel merito»

 

Minelli - Guichardaz

Le consigliere regionali Erika Guichardaz e Chiara Minelli sono fuori dalla maggioranza regionale. Seguendo l'indicazione fornita lunedì da un numero molto ampio di componenti dell'Assemblea del Pcp, l'ex assessore e l'ex capogruppo dei Progressisti hanno comunicato questa mattina all'inizio dei lavori del Consiglio regionale la scelta di passare all'opposizione.

«Il bilancio di un anno in maggioranza non è positivo», ha detto Minelli. «Per noi programma e contenuti sono un aspetto centrale. Avremmo voluto proseguire un rapporto di fattiva collaborazione» con le altre forze politiche che sostengono la Giunta Lavevaz, ma «abbiamo preso atto che da parte dei gruppi autonomisti non c'è volontà di confronto con il PCP e le sue forze politiche».

«Non possiamo più far parte di una maggioranza senza progetti politici lungimiranti e che non rispetta i programmi concordati», ha spiegato ancora la consigliera. Dai banchi dell'opposizione, insieme alla collega Erika Guichardaz, «valuteremo ogni provvedimento nel merito sostenendo quello che è valido e dicendo "no" a ciò che non possiamo condividere».

Alle dichiarazioni di Minelli sono seguite quelle del capogruppo del PCP Paolo Cretier. «Auguro buon lavoro alle colleghe», ha detto confermando la volontà sua e degli altri quattro colleghi di non seguire l'indicazione dell'Assemblea dei Progressisti. «Noi vogliamo portare avanti il programma di questa maggioranza con un confronto serio sui temi legati al bilancio e all'emergenza pandemica».

Consiglio sospeso

La spaccatura nel gruppo del PCP ha portato alla sospensione dei lavori del Consiglio Valle per chiarimenti di tipo tecnico. Uno stesso gruppo consiliare non può essere in parte in maggioranza e in parte all'opposizione: o le due consigliere o i cinque consiglieri devono abbandonare il PCP ed entrare presumibilmente nel gruppo Misto unendosi a Claudio Restano (proveniente dal gruppo Vallée d'Aoste Unie). A questo passaggio dovrà seguire la ricomposizione parziale di alcune Commissioni per mantenere il rapporto di voti tra maggioranza e minoranza.

 


Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it