.

Minelli e Guichardaz (Pcp): 8 marzo dedicato alle donne che vivono in Paesi in guerra

'La pace va difesa attraverso un impegno quotidiano per una società più giusta e solidale'

 

Chiara Minelli ed Erika Guichardaz

Le consigliere regionali del Progetto Civico Progressista si uniscono «alle tante voci delle donne che si stanno alzando per chiedere il rispetto di quanto sancito dall’articolo 11 della nostra Costituzione: "l’Italia ripudia la guerra"». È quanto si legge in una nota firmata da Erika Guichardaz e Chiara Minelli in occasione della Giornata internazionale della donna.

Le due consigliere citano Victor Hugo: "On résiste à l'invasion des armées, on ne résiste pas à l'invasion des idées".

«Vogliamo dedicare questo 8 marzo - affermano - non solo alle donne chiamate a conquistare e difendere quotidianamente rispetto, libertà, lavoro, ma anche a tutte quelle donne che vivono nei tanti Paesi martoriati dalla guerra. Una guerra che è anche in Europa e che oggi appare a tutti nella sua drammaticità. Una guerra che deve essere fermata attraverso il disarmo e la diplomazia. La pace è stata un'importante conquista, ma va difesa attraverso un impegno quotidiano per una società più giusta e solidale», aggiungono Minelli e Guichardaz.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it