Pnrr, 8.3 milioni per la viabilità regionale in bassa Valle e nell'area Gran Paradiso

Pronto il piano di interventi su strade, gallerie e viadotti proposto dalla Regione. L'ok definitivo deve arrivare da Roma

 

Strada regionale 47

Con delibera votata lunedì, la Giunta regionale della Valle d'Aosta ha dato il via libera ai piani di intervento per migliorare la viabilità nelle zone della bassa Valle e del Gran Paradiso. Si tratta di 8,3 milioni di euro dati dallo Stato nell'ambito del fondo complementare al Pnrr per intervenire su strade regionali, gallerie e viadotti della rete dei trasporti.

«Questi fondi - dice l'assessore regionale alle opere pubbliche, Carlo Marzi - sono finalizzati a migliorare i collegamenti con la viabilità regionale, la valle centrale e i principali centri in cui sono situati i servizi, intervenendo sulla pavimentazione di strade regionali, gallerie e viadotti anche per aumentarne la sicurezza rispetto ai fenomeni di rischio di dissesto idrogeologico».

Il piano di interventi riguarda i Comuni compresi nelle Unités des Communes valdôtaines Évançon, Mont Rose, Walser e Grand-Paradis «e prevedono uno stanziamento - prosegue l'assessore - di 4.696.000 euro per l'area Bassa Valle e 3.676.000 euro per l’area Grand-Paradis, distribuiti nell'arco di sei anni sino al 2026». I lavori si concentreranno in particolare sulle strade regionali 2 di Champorcher, 45 della Val d'Ayas e 47 per Cogne con interventi di ammodernamento degli impianti delle gallerie Lexert e Ronc e sui ponti di Chevril ad Aymavilles, Brissogne, Hône e Pontey.

L'iter della procedura prevede ora la trasmissione dei piani di intervento a Roma per eventuali osservazioni da parte del ministero competente. Entro il 30 giugno 2022 dovrà arrivare l'approvazione definitiva.

«Questi fondi - precisa infine Marzi - si aggiungono ai 14 milioni di euro già impiegati nel 2021 e a quelli stanziati per il corrente anno, per migliorare la sicurezza del transito nei 500 chilometri di strade e 327 ponti e viadotti che formano la rete viabile regionale».

 

 

Elena Giovinazzo

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it