Caro carburanti, Marzi: Valle d'Aosta attenta a non aumentare il prelievo fiscale

«La scelta fatta sull'addizionale regionale sulla benzina in Valle d’Aosta è stata di non applicarla»

 

Carlo Marzi

La Valle d'Aosta non ha una tassazione propria sui carburanti: lo conferma l'assessore regionale alle finanze, Carlo Marzi, a proposito del caro benzina.

Riferendosi alle iniziative attivate da alcune Regioni (ad esempio il taglio delle accise regionali del Friuli Venezia Giulia per ridurre il costo del "pieno"), l'assessore Marzi in una nota sottolinea «l'attenzione che da sempre poniamo a non aumentare il prelievo fiscale nei confronti dei cittadini valdostani visto che, da sempre, la scelta fatta in relazione all’addizionale regionale sulla benzina in Valle d’Aosta è stata di non applicarla». 

In più «l'attenzione a non gravare sulle tasche dei cittadini ha visto anche nell’attuale bilancio regionale confermare lo sgravio sulla fascia più bassa dell’addizionale Irpef, per un totale di 2,5 milioni di euro».

In parallelo la Regione è attiva per «contrastare l'evasione fiscale. In tale ambito la Regione Valle d’Aosta opera, sin dal 2013, in un'ottica di costante collaborazione con i contribuenti, con le agenzie fiscali e con altri enti, con azioni finalizzate a diffondere una maggiore consapevolezza del reale significato del mancato pagamento delle tasse dovute», aggiunge l'assessore Marzi. «Le diverse attività in materia di tributi regionali attuate nel corso degli anni hanno portato ad una sempre maggiore conoscenza di quanto avviene nel territorio regionale e costituiscono un esempio di come il monitoraggio sul territorio possa via via ridimensionare comportamenti errati o elusivi da parte dei cittadini».

Infine lo scorso anno «sono state intraprese due ulteriori iniziative per sollecitare i contribuenti ad una maggiore attenzione verso i loro doveri tributari nei confronti della Regione».

 

 

M.C.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2023 Aostaoggi.it