.

Nuovo ospedale, Area Democratica: scelte della Regione peggiorano la situazione della sanità pubblica

«Ridurre ulteriormente la nuova struttura vuol dire non avere un ospedale nuovo ed efficiente»

 

Nuovo ospedale

«Le scelte della Giunta regionale» sul futuro nuovo ospedale regionale «non solo non rispondono ai bisogni e alle esigenze della popolazione, ma peggiorano ulteriormente la situazione dei presidi ospedalieri e della Sanità pubblica valdostana». Lo afferma in una nota Area Democratica - Gauche Autonomiste commentando quanto riferito in Consiglio comunale dal sindaco di Aosta, Gianni Nuti.

I componenti di Area Democratica - Gauche Autonomiste si dicono «esterrefatti e sconcertati dalle dichiarazioni del sindaco» in merito al fatto che il progetto di ampliamento del presidio di viale Ginevra non prevede aumenti di volumetrie (cioè un piano in più) in seguito al ritrovamento del guerriero celtico.

Secondo AD-GA «ridurre ulteriormente la nuova struttura, dopo aver già tolto parcheggi ed interrati per sistemarci una nuova area megalitica, vuol dire non avere un ospedale nuovo ed efficiente in città, perché, così facendo, verranno ulteriormente ridotti i posti letto per acuti e bisognerà ricorrere a strutture aggiuntive (vecchio Parini e Beauregard) per rispondere alla domanda di Salute dei valdostani, con un incremento di costi di gestione insostenibili per la Valle d’Aosta e una complicazione dell'organizzazione sanitaria». Inoltre rimane «irrisolta e lasciata nell'ombra» l'idea dell'area di atterraggio per l'eliambulanza sul tetto del futuro nuovo ospedale.

 

 

E.G.

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it