.

Elezioni politiche, PD Valle d'Aosta auspica un'alleanza autonomista progressista

Il partito valdostano esprime 'sconcerto per le decisioni sciagurate in Parlamento' che hanno portato alla fine del governo Draghi

 

PD Valle d'Aosta

«Non pensavamo si potesse arrivare a questo punto». Lo scrive in una nota il Partito Democratico della Valle d'Aosta, «sconcertato dalle decisioni sciagurate del Parlamento», commentando le dinamiche politiche che hanno condotto alla caduta del governo Draghi.

«Le destre e parte del M5S hanno dimostrato ancora una volta poca lungimiranza politica e poca attenzione ai cittadini e alle cittadine». Secondo il PD valdostano guidato da Luca Tonino «urlare e colpire alla pancia del Paese può aiutare a prendere voti, ma sicuramente non aiuta a migliorare la qualità della vita di chi si trova e/o si troverà presto in seria difficoltà».

Il 25 settembre si andrà a votare per eleggere il nuovo governo. In Valle d'Aosta il PD sta programmando la campagna elettorale e annuncia: «non faremo alleanze con chi oggi in un periodo economicamente e socialmente difficile per pura convenienza politica ha interrotto una legislatura per ottimizzare forse il proprio tornaconto elettorale. Saranno nostri interlocutori le forze politiche serie e responsabili che si occuperanno del bene della nostra Regione».

Per eleggere i rappresentanti valdostani in Senato e alla Camera i democratici puntano a «coalizzare un ampio fronte autonomista e progressista, che raccolga anche esperienze civiche, che si ponga come traguardo non solo il prossimo appuntamento elettorale ma anche una collaborazione più ampia».

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it