Lega: a rischio l'elettrificazione della ferrovia Aosta - Ivrea

Il progetto entra nella campagna elettorale valdostana dopo il parere negativo espresso dalla città di Ivrea

 

Treno

Il progetto di elettrificazione della linea ferroviaria Aosta - Ivrea irrompe nella campagna elettorale valdostana per le elezioni di settembre, con la Lega che attacca la sinistra accusandola di essere «ideologica e fondamentalista» e di aver «fatto i conti senza l'oste».

Lo spunto è dato dal parere contrario del Consiglio comunale di Ivrea ai cantieri previsti in città per l'elettrificazione della linea. Inoltre, dice la Lega VdA, «dal Consiglio superiore dei lavori pubblici, riunitosi a Roma il 27 luglio, sarebbero emersi dubbi riguardo all'utilità dell'opera».

Il partito è contrario all'elettrificazione perché, afferma, «oltre ad avere scarsi vantaggi ambientali infatti, poiché la ferrovia valdostana emette soltanto lo 0,3% dei gas climalteranti dell'intera Valle d'Aosta, i tempi di percorrenza resteranno praticamente inalterati, con un guadagno di tempo dell'ordine di 30 secondi». 

Secondo la Lega, alla luce delle indicazioni provenienti da Ivrea e da Roma il progetto di elettrificazione della Aosta - Ivrea «rischia di accumulare ritardi paurosi, con il rischio di non completare il cantiere entro il 2026» e perdere così il finanziamento di 146 milioni di euro del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

«Se qualcuno pensava di salvare i ghiacciai grazie alla linea elettrificata si sbagliava, e di grosso, e non ha capito che soltanto il raddoppio della linea consentirebbe un vero miglioramento dei tempi di percorrenza», conclude la Lega.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it