Approvata all'unanimità una risoluzione contro i rincari autostradali

 

Il Consiglio Valle dà mandato ai rappresentanti in RAV e SAV per ridurre i costi per residenti e turisti

 

AOSTA. Una risoluzione contro l'aumento delle tariffe autostradali è stata approvata ieri all'unanimità dal Consiglio regionale della Valle d'Aosta nel corso dell'ultima seduta del 2014.

Casello-corsiex300Era l'ultimo punto all'ordine del giorno, è stato presentato dai gruppi di opposizione e ha l'obiettivo di incaricare i rappresentanti della Regione in Sav e Rav di attivarsi affinché qualsiasi proposta di aumento tariffario per l'anno 2015 non venga adottata e di richiedere loro di continuare ad operare affinché i nuovi piani tariffari contengano politiche di riduzione dei costi dei pedaggi e nuove e migliori formule di abbonamento per i valdostani e per i turisti abituali.

«Ad inizio di ogni nuovo anno solare, le società autostradali SAV e RAV hanno la cattiva abitudine di aumentare i pedaggi autostradali» ha sottolineato Luigi Berschy, capogruppo dell'Uvp, illustrando la risoluzione. «Per lo sviluppo socio-economico questi rincari non possono più essere tollerati. Siamo in attesa della proposta del piano tariffario e degli investimenti 2014-2018 riguardante le due società e, non avendo più notizie in merito, vorremmo impegnare i nostri rappresentanti in questo senso.»

L'assessore ai trasporti Aurelio Marguerettaz ha annunciato l'appoggio della maggioranza «per rimarcare il pensiero condiviso dalla nostra Assemblea, ma vorremmo introdurre una piccola modifica che includa l'utenza turistica».

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it