REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Vigili del fuoco, Rollandin: questione previdenziale è risolta

 

E sul fronte sindacale il Conapo replica a Cgil, Cisl, Savt e Uil: "dichiarazioni patetiche"

vigili-fuocotettoAOSTA. Il Corpo valdostano dei Vigili del fuoco è assimilato al Corpo nazionale e le condizioni richieste per la pensione sono le stelle di quelle previste per i pompieri del resto d'Italia appartendenti al Corpo dal 1 gennaio 2013. Lo ha affermato oggi in Consiglio regionale il presidente Augusto Rollandin rispondendo ad una interpellanza dell'Uvp.

«In passato più volte la componente professionista del Corpo valdostano Vigili del fuoco ha richiesto all'Amministrazione regionale di risolvere tutte queste significative problematiche, senza tuttavia ricevere risposte» ha affermato il consigliere Elso Gerandin presentando l'iniziativa.

Nella risposta, riferita a quanto comunicato direttamente dall'Inps, Rollandin ha detto di poter oggi «manifestare soddisfazione affermando che i problemi legati all'aspetto previdenziale sono risolti».

Soddisfazione anche da parte di Gerandin perché così «si chiude una partita che evita una querelle tra sindacati che non fa del bene a chi ha scelto questa professione».

La querelle tra i sindacati però intanto continua. Ieri sul caso, sollevato dal Conapo nei mesi scorsi, erano intervenute con una nota le segreterie regionali della Funzione Pubblica di Cgil, Cisl, Savt e Uil affermando che la questione previdenziale era "un finto problema". Il Conapo oggi risponde definendo le dichiarazioni degli altri sindacati "patetiche, tardive e stranamente successive alla nota dell'INPS". "Altro che finto problema - attacca il segretario generale Antonio Brizzi -, i fatti ci hanno dato pienamente ragione visto che, da quanto ci apprendiamo dagli organi di informazione, nemmeno il direttore regionale dell’INPS nel dicembre scorso è stato in grado di dare garanzie. Inoltre l'impegno di Rollandin a modificale in favore dei superstiti dei Vigili del Fuoco Valdostani la legge 22 del 2010 dimostra che il problema esiste eccome".

 

redazione

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it