La Torre, dimissioni dopo "pesanti commenti" dell'assessorato regionale al turismo

 

Il consigliere Uv cita Marguerettaz e il segretario particolare: "è venuto meno il rapporto di collaborazione e fiducia"

Latorre-leonardoconsAOSTA. Il presidente della Expo VdA, Leonardo La Torre, ha rassegnato oggi le dimissioni dalla carica per "divergenze" con il governo regionale. Cosa c'è esattamente dietro alla parola "divergenze" lo fa sapere lo stesso consigliere regionale dell'Uv in una nota. Nel mirino ci sono l'assessore regionale al Turismo, Aurelio Marguerettaz, e il segretario particolare, Jean Barocco.

"Venuto a conoscenza delle valutazioni negative sul lavoro da me sin qui svolto espresse dall'assessore al turismo, Aurelio Marguerettaz, sottolineate da pesanti commenti sulla mia persona da parte del segretario particolare, Jean Barocco, appare evidente il venir meno di un rapporto di serena collaborazione e reciproca fiducia costruttiva". L'assessorato al Turismo, fa notare La Torre, è "di fatto l'azionista della società Expo VdA e non potendo io cambiare la proprietà, è d'obbligo, vista l'incompatibilità creatasi, il ritiro immediato della mia disponibilità a proseguire nella carica". In questo modo il consigliere unionista spiega di essere "certo di aver risolto sul nascere il conflitto insorto all'assessorato al turismo di gestire come meglio crede la società, magari dando valore alle suggestioni dell'emerito professor Jean Barocco. Ricordo solo che non tutti sono obbligati a sottostare al vecchio gioco della politica delle due facce, quella davanti e quella dietro".

Continua l'ormai ex presidente: "ringrazio, comunque, l'assessorato perché l'occasione mi consente anche di definire con me stesso una questione etico-morale che generava numerose perplessità sull'opportunità che una persona rinviata a giudizio potesse gestire soldi pubblici o ruoli strategici nel rispetto della sua dignità e dell'opinione pubblica senza commettere un gesto di arroganza politica. Bene, oggi il problema è risolto".

La Torre, dopo i ringraziamenti, conclude spiegando di essere "a completa disposizione per il passaggio delle consegne per non creare la minima disfunzione all'importante lavoro della società Expo VdA Spa".

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it