Ferrovia, Marguerettaz: "avviare contenzioso con Rfi sarebbe temerario"

 

In Consiglio regionale respinta una risoluzione sul Passante di Torino

Treno-minuettox300AOSTA. «Il Passante di Torino è stato realizzato per risolvere un problema della città: un progetto che non è mai arrivato sul tavolo della Regione Valle d'Aosta per l'approvazione. Affrontare un contenzioso con Rfi sarebbe molto temerario perché la Regione non ha nessun ruolo in questo progetto». Lo ha spiegato ieri in Consiglio regionale l'assessore ai Trasporti Aurelio Marguerettaz intervenendo nell'esame di una risoluzione della minoranza per tutelare gli interessi della Vallée e sostituire l'assessore stesso nella gestione del dossier.

In precedenza il capogruppo dell'Uvp, Luigi Bertschy, aveva ricordato che «con documenti ufficiali, Rfi aveva garantito alla Regione che con l'apertura del Passante non ci sarebbero state modifiche alla circolazione e la Regione aveva finanziato parte della spesa di acquisto dei Minuetto. Ora ci troviamo beffati: sono stati lesi i nostri diritti e riteniamo che il Governo debba tutelare gli interessi della Valle d'Aosta».

Di diverso parere Marguerettaz che ha aggiunto: «gli uffici e la parte politica hanno fatto tutti gli approfondimenti necessari e purtroppo, da nessuna parte è emersa la possibilità di risolvere la questione da parte di Rfi: la risposta è stata che tutti i treni termici, anche quelli di nuova generazione, non possono transitare per il Passante».

Poco convinto della risposta Bertschy. «Non si capisce quale sia la paura di prendere carta e penna e scrivere a Rfi che ha sbagliato a progettare un Passante e che, per questo motivo, la Regione Valle d'Aosta ha subìto dei danni. Non chiediamo un'azione legale. Proviamo a far sentire la voce delle istituzioni valdostane a difesa degli utenti della ferrovia» ha detto.

La mozione è stata respinta (14 "sì" e 19 astensioni) anche se il presidente della Regione Rollandin ha detto che l'Amministrazione è «pronta, come lo abbiamo sempre fatto, a scrivere a Rfi per ribadire le nostre ragioni».

 

C.R.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it