REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Il Consiglio Valle approva una risoluzione sulla chiusura della Lavazza

 

Donzel difende la Regione: «alcuna responsabilità è imputabile alla giunta regionale»

AOSTA. Come ultimo atto prima della chiusura dei lavori, il Consiglio regionale oggi ha approvato una risoluzione bipartisan sulla chiusura dello stabilimento Lavazza di Verrès.

L'iniziativa impegna le Commissioni consiliari Affari generali e Sviluppo economico ad approfondire le ragioni per le quali la Lavazza non ha rispettato il protocollo d'intesa del 2008 con l'Amministrazione regionale, che prevedeva l'espansione dell'azienda, nonché ad audire l'assessore alle attività produttive in merito ai fatti avvenuti e alle trattative in corso. La risoluzione impegna anche il governo regionale a mettere in atto ogni possibile azione di sostegno e vicinanza ai lavoratori.

Intervenendo in aula l'assessore Raimondo Donzel ha voluto precisare che «non vi è alcuna responsabilità imputabile alla giunta regionale» per l'attuale situazione. Al contrario, secondo Donzel il governo regionale «ha più volte tentato di rilanciare l'accordo del 2008». «Dobbiamo mantenere la fermezza e la lucidità per portare avanti una lunga trattativa con l'azienda - ha aggiunto -. Tutti i lavoratori devono trovare ricollocazione e veder garantite prospettive occupazionali».

Anche il presidente della Regione Augusto Rollandin è intervenuto per spiegare che «nel tempo l'Amministrazione regionale ha profuso il massimo impegno nei vari progetti, sempre nella prospettiva che Verrès rimanesse un punto fermo per la Lavazza, cui è stata sempre accordata fiducia. È un comportamento scorretto che ci ha lasciato perplessi, è stato del tutto inatteso».

 

C.R.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it