REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Mutui efficienza energetica, Donzel: "al lavoro per concretizzarli al più presto"

 

Una delibera di un anno fa ha stanziato 12 milioni di euro, ma i criteri di assegnazione non sono stati ancora definiti

Isollazx300AOSTA. «Stiamo lavorando per giungere nel più breve tempo possibile alla concretizzazione dell'erogazione dei mutui» per l'efficienza energetica. Lo ha dichiarato in Consiglio Valle l'assessore delle Attività produttive ed Energia, Raimondo Donzel.

Donzel ha risposto ad una interpellanza del gruppo Alpe che fa riferimento alla deliberazione dello scorso anno del governo regionale che definisce uno schema di convenzione tra Regione e Finaosta per gestire un fondo di rotazione di 12 milioni di euro sul trennio 2015/2017 per interventi di miglioramento dell'efficienza energetica. Il consigliere Fabrizio Roscio ha chiesto di conoscere «quali criteri di priorità si intenda definire per l'accesso a questi mutui e quali modalità di concreta incentivazione alla realizzazione degli interventi si intendano porre in atto.»

Donzel nella risposta ha spiegato: «abbiamo già incontrato i professionisti e superato alcune difficoltà. Terremo conto dell'andamento dell'economia italiana nel settore ed è ipotizzabile che la quota di mutuo per il triennio 2015-2017 venga messa a bando in tranches per valutare le risposte degli utenti. Non è escluso - ha continuato Donzel - di seguire una metodologia aperta di accettazione delle domande a sportello fissando criteri non eccessivamente selettivi per interventi modesti o esclusivamente impiantistici e si potrebbero fissare due quote di mutuo e tempistiche differenti per premiare le opere che necessitano di progettualità complessa e mirano a ristrutturazioni importanti. Si tratta di un approccio innovativo e per questo la prima esperienza consentirà valutazioni utili per rimodulare gli interventi futuri. Il tasso annuale fisso è al 2% in conformità ad altri mutui regionali e si può ipotizzare la possibilità di modulazione dell'entità del mutuo fino al 100% in una logica di premialità» ha affermato ancora l'assessore.

Nella replica Roscio ha dato voce al timore «che si operi correttamente dal punto di vista formale, ma senza poi ottenere risultati concreti. Riteniamo utile istituire obblighi di intervento e concentrare gli incentivi per chi si trova nelle situazioni peggiori, nonché ragionare su interventi semplici, per non produrre molta burocrazia e pochi risultati effettivi» ha aggiunto il consigliere di Alpe.

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it