Proposta Uvp: uffici pubblici negli immobili sfitti di Vallée d'Aoste Structure

 

Mentre cresce il deficit della società in house le casse pubbliche spendono 4 milioni all'anno per le locazioni

Pepinere-aostaAOSTA. Occupare almeno una parte delle proprietà inutilizzate di VdA Structure con gli uffici regionali situati in immobili in locazione. E' la proposta formulata dall'Uvp con una interpellanza discussa questa mattina in Consiglio regionale.

Illustrando i contenuti dell'iniziativa, il consigliere Elso Gerandin ha rimarcato due aspetti. Da un lato i costi che Regione, società partecipate e Azienda Usl continuano a sostenere per le locazioni. Dall'altro l'esteso patrimonio immobiliare che gestisce VdA Structure, società in house della Regione, che comprende tra l'altro stabilimenti, capannoni, la Pépinière d'entreprises (foto) e gli edifici dell'Espace Aosta. Immobili realizzati o ristrutturati negli anni passati spendendo cifre importanti con l'intenzione di attrarre start up, imprese innovative, realtà produttive in grado di creare occupazione e che invece sono rimasti quasi vuoti, su cui la società non incassa locazioni ma continua a pagare tasse e spese di manutenzione.

Gerandin ha snocciolato alcune cifre: le locazioni costano alle casse pubbliche «oltre 4 milioni di euro l'anno» e la società in house tra costi e mancati incassi «in 4 anni ha fatto 10 milioni di disavanzo». «Perché non venire incontro e ridurre il deficit di VdA Structure usando i suoi immobili?» ha chiesto Gerandin proponendo che sin da subito ai dirigenti regionali sia data disposizione per rivedere i contratti di locazione esistenti e dare priorità all'uso degli immobili della società in house.

Nella risposta l'assessore alle Attività produttive Raimondo Donzel ha convenuto con la proposta dell'Uvp ma ha anche invitato a «non semplificare troppo». Utilizzare i locali sfitti per gli uffici regionali andrebbe bene, ma «dobbiamo cercare di non occuparli con uffici pubblici» perché, ha detto, «potrebbero arrivare delle richieste dai privati».

Donzel ha tenuto a sottolineare quanto realizzato finora: «ho fatto un'azione molto forte per spostare tutti gli uffici del Dipartimento politiche del lavoro nella sede di piazza della Repubblica, dove ci sono locali vuoti, liberando spazi a disposizione per gli uffici dell'Usl e generando risparmi». Lo scorso anno inoltre, con una delibera di giunta riguardo alla Pépinière, «abbiamo modificato non solo le tempistiche per affittare quei locali ma anche aperto il raggio di azione dei soggetti potenzialmente interessati».

Nella replica, il consigliere dell'Uvp si è detto «d'accordo sul fatto che gli spazi siano utilizzati da imprese che creano posti di lavoro» evidenziando però allo stesso tempo che «non possiamo aspettare in eterno».

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it