Contributi Agea in agricoltura, la Regione diventa garante

 

Tramite Finaosta per le richieste di anticipazione dei contributi alle banche

AOSTA. La Regione farà da garante per le anticipazioni delle banche sui contributi Agea. Oggi il governo regionale ha approvato il provvedimento che riguarda i contributi 2015 destinati agli imprenditori del settore agricolo non ancora pagati dall'Agenzia per le erogazioni in agricoltura.

La Regione, tramite Finaosta, garantirà il 90 per cento dell'importo dei contributi in attesa di liquidazione. Gli interessati dovranno rivolgersi ad Area VdA per ottenere la certificazione dei contributi maturati lo scorso anno e poter così chiedere l'anticipo all'istituto bancario avvalendosi della garanzia regionale.

«Questo provvedimento - commenta l'assessore all'Agricoltura Renzi Testolin - nasce dall'esigenza di andare incontro alle difficoltà che sta soffrendo il settore agricolo, un settore certamente strategico per il nostro sistema economico e che, pertanto, va sostenuto perché la Valle d'Aosta possa uscire definitivamente dalla crisi e proseguire nella sua crescita».

La misura tuttavia non dà risposte a quegli agricoltori che hanno cattivi rapporti con il credito bancario: per chi ha problemi in questo senso, magari proprio a causa dei ritardi nell'erogazione dei contributi Agea, la garanzia regionale non assicura che l'istituto di credito sorvoli sui problemi finanziari dell'imprenditore. La banca cioè, nonostante il garante, potrebbe lo stesso decidere di non concedere anticipi.

«Non possiamo farci carico dei problemi che gli allevatori possono avere con le banche. Il massimo che potevamo fare lo abbiamo fatto» ha dichiarato in conferenza stampa il presidente della Regione Augusto Rollandin.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it