Super maggioranza in Consiglio Valle: c'è l'accordo tra Uv e Uvp

 

Ingresso in maggioranza dei progressisti a fronte di modifiche al programma di governo. Incognita Stella Alpina - VIDEO

AOSTA. Se ne parlava ormai da mesi, tra accelerazioni e smentite, ma ora l'accordo tra Union Valdôtaine e Union Valdôtaine Progressiste per l'ingresso in maggioranza è cosa fatta.

Ieri pomeriggio i due movimenti hanno dato il via libera all'intesa che porterà all'ulteriore, importante, ampliamento della maggioranza regionale. A fronte del passaggio dei progressisti (e presumibilmente dell'ingresso in Giunta considerato il "peso" dell'Uvp con i suoi 7 consiglieri, l'Uv ha accettato di modificare il programma di governo con il quale si presentò agli elettori nel 2013 inserendo alcune tematiche importanti per gli ex dissidenti.

Nel momento in cui l'Uvp si siederà accanto all'Uv la maggioranza passerà dagli attuali 21 a 28 consiglieri lasciando all'opposizione soltanto i cinque ex alleati dell'Alpe (alle elezioni regionali alleata con Pd e Uvp) e i due del Movimento 5 stelle.

L'operazione potrebbe non essere apprezzata dalla Stella Alpina. Il movimento dell'edelweiss già nelle settimane passate aveva fatto capire di non vedere di buon occhio il nuovo assetto politico. Pur avendo contribuito significativamente a salvare la legislatura della Giunta Rollandin, SA ha già dovuto cedere un assessorato con l'ingresso del PD-Sinistra VdA e teme ora di vedere ulteriorimente ridimensionato il proprio ruolo con l'arrivo dei nuovi (e numerosi) alleati. In questo senso, una delle voci più insistenti mette in dubbio la tenuta della poltrona di presidente del Consiglio regionale di Marco Viérin.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it