Scuola, 2.100 firme per dire "no" alla riforma Rini-Gentile in Valle d'Aosta

 

La petizione di Sosécole VdA sarà consegnata alla presidenza del Consiglio Valle

AOSTA. Domani, martedì, SosécoleVdA consegnerà alla presidenza del Consiglio regionale una petizione contro la riforma della scuola ribattezzata "Rini-Gentile". Il Comitato annuncia di aver superato le 2.100 firme a sostegno dell'iniziativa: "la popolazione valdostana - commenta in una nota - ha aderito in modo convinto e autonomo all'appello del mondo della scuola, preoccupata dai nascosti tagli lineari voluti nella sedicente "razionalizzazione" proposta dall'assessore Rini e dal suo fido sovraintendente Gentile".

Il Comitato ritiene che la riforma "renderà la scuola sempre meno inclusiva e sempre meno 'eccellente'" in quanto "combina sforbiciate ad organici e risorse a imbarazzanti e raffazzonati progetti di introduzione del plurilinguismo nello studio delle discipline non linguistiche".

"Spetta ora ai decisori politici - si legge nella nota - affrontare in modo serio e corretto il tema sul futuro del Sistema d'Istruzione valdostano coinvolgendo fattivamente chi nella scuola vive e lavora, allontanando l’ipotesi di un referendum abrogativo di un progetto di legge che nasce già claudicante e inadeguato".

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it