"Piena indignazione" di Rollandin per la risoluzione Unesco su Gerusalemme Est

 

"Negata identità del popolo ebraico"

AOSTA. Il presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta, Augusto Rollandin, ha espresso in una nota "piena indignazione" per la risoluzione adottata nei giorni scorsi dell'Unesco su Gerusalemme Est per la protezione del patrimonio culturale.

Il documento, accusa Rollandin, "nega il legame millenario degli ebrei con la Città vecchia dove sorge il Muro del Pianto" e nega anche "la stessa identità del popolo ebraico".

L'Italia è tra i 58 Stati membri del Consiglio esecutivo dell'organizzazione per la pace e la cultura che ha approvato la risoluzione. "Il Presidente della Regione - continua la nota diffusa da piazza Deffeyes -, nel biasimare la posizione del rappresentante italiano nel Consiglio esecutivo, sottolinea anche come tale atto non favorisca un processo di pace che tutto il mondo auspica, creando anzi presupposti per una ancora maggiore diffidenza e ostilità tra il popolo palestinese e il popolo ebraico".

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it