Approvato il bando affitti 2016: 2.500 le famiglie potenzialmente interessate in Valle d'Aosta

 

Esclusi dal contributo coloro che possiedono una casa all'estero, nel Paese d'origine, o in altre regioni

AOSTA. E' stato approvato oggi dal governo valdostano il bando 2016 per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione, meglio conosciuto come bando affitti. Come per gli scorsi anni i contributi sono concessi in base al valore Isee e di determinati requisiti, uno dei quali è del tutto nuovo e riguarda le abitazioni di proprietà. Stando all'andamento dell'ultimo bando, le famiglie potenzialmente interessate sono circa 2.500.

Il bando affitti 2016 è precluso a coloro che vivono in Valle in locazione ma possiedono un'abitazione anche se questa non è situata all'interno del territorio valdostano. Se tra le proprietà del richiedente risulta una casa, anche se ubicata in altre regioni, questo non potrà ottenere il contributo. Lo stesso accadrà per gli stranieri che vivono in affitto Valle d'Aosta e che nel Paese d'origine sono proprietari di una casa: nemmeno per loro sarà più possibile ottenere l'aiuto economico.

Affinché questa novità sia efficace ed equa l'Amministrazione regionale dovrà essere in grado di compiere tutte le opportune verifiche sulle proprietà di coloro che presenteranno un'instanza. Un fattore non scontato specialmente per quanto riguarda le famiglie straniere considerate le difficoltà di accesso ai dati ufficiali sulla loro situazione patrimoniale. Il rischio concreto è che, mentre per le famiglie italiane sarà relativamente semplice verificare l'esistenza di proprietà immobiliari con la conseguente esclusione dal bando, per gli stranieri le proprietà potrebbero non risultare e quindi alcune famiglie potrebbero ottenere il contributo pur non avendone diritto. «Stiamo lavorando per rendere efficaci i controlli» hanno spiegato a questo proposito l'assessore all'Edilizia residenziale Mauro Baccega ed il presidente della Regione Augusto Rollandin illustrando in conferenza stampa il provvedimento.

Le domande per il bando affitti 2016 potranno essere presentate da coloro che risiedono in Valle d'Aosta da cinque anni in Italia da dieci (per la sola quota statale) e rientrano nelle fascia A (Isee fino a 7.500 o Ise fino a 12.000 Euro) o nella fascia B (Isee fino a 12.000 Euro). I termini apriranno il 3 novembre e chiuderanno il 20 dicembre. Le istanze vanno depositate all'assessorato regionale delle opere pubbliche, all'Ufficio relazioni con il pubblico della Regione oppure rivolgendosi ai Comuni.

Il contributo sarà riconosciuto anche in situazione di morosità. In questi casi gli importi saranno liquidati direttamente ai proprietari degli alloggi.

Elena Giovinazzo

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it