REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Sistemi open source, Bertin (Alpe): la Valle d'Aosta rischia di arrivare ultima

 

"La migrazione dei sistemi informatici regionali rischia di essere affossata da progetti pilota"

AOSTA. "L'anno scorso eravamo tutti concordi sulla necessità di fare in fretta, anche nell'ottica di essere una tra le prime Istituzioni italiane a realizzare la migrazione dei sistemi. Invece arriveremo tra gli ultimi". E' la critica mossa in una nota da Alberto Bertin, consigliere regionale del gruppo Alpe, a proposito del passaggio dei sistemi informatici regionali all'open source.

Bertin si è più volte occupato dell'argomento con diverse iniziative presentate in Consiglio regionale nei mesi passati. "Devo purtroppo riscontare - afferma - che il progetto, peraltro ben fatto, che vincolava l'Amministrazione regionale al rispetto di tempistiche per la transizione dai sistemi proprietari al software libero non è stato avviato come previsto. In effetti, una cosa è iniziare la migrazione con tutti gli uffici dell'Amministrazione, un conto è invece procedere con progetti pilota, che rappresentano il modo migliore per non ottenere risultati".

L'auspicio del Consigliere Alberto Bertin è che "si ritorni all'integrità del progetto, in modo da ottenere i primi riscontri positivi nel prossimo triennio. In questi anni abbiamo speso milioni di euro per licenze informatiche che possono essere risparmiati. Siamo ancora in tempo per ripartire" conclude.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it