La petizione su Cime Bianche inizia l'iter in Consiglio Valle

L'iniziativa del comitato Ripartiamo dalle Cime Bianche sarà esaminata dalle Commissioni terza e quarta

 

Petizione Cime BiancheScatoloni con le firme a sostegno della petizione


Le Commissioni permanenti del Consiglio regionale della Valle d'Aosta hanno programmato le prime audizioni sulla petizione popolare sul vallone di Cime Bianche. Ne discuteranno congiuntamente la terza Commissione competente per l'Assetto del territorio e la quarta Commissione sullo Sviluppo economico.

Albert Chatrian (Av-VdaU), presidente della terza Commissione, spiega: «abbiamo deciso di lavorare congiuntamente» con la Commissione Sviluppo economico. «Inizieremo con le audizioni del presidente della Regione, Erik Lavevaz, in qualità di assessore all'ambiente, e dell'assessore allo sviluppo economico, Luigi Bertschy, oltre che dei primi firmatari».

La petizione intitolata "Salviamo il vallone delle Cime Bianche" è arrivata lo scorso 28 ottobre in Consiglio Valle insieme a più di 2.300 firme raccolte dal comitato Ripartiamo dalle Cime Bianche. I firmatari chiedono, tra le altre cose, «che sia salvaguardata la preziosa integrità del Vallone delle Cime Bianche» e che il Consiglio Valle «metta da parte ogni proposito di realizzazione di nuovi impianti di risalita nel Vallone, ancor più anacronistici con la rapidità dell'evoluzione climatica».

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It
© 2022 Aostaoggi.it