Olimpiadi invernali, De Fabiani e Pellegrino sesti nella Team sprint

Pellegrino: «fatto il massimo, ora dovremo analizzare a freddo la gara»

 

Si chiude con un po' di delusione la Team sprint olimpica con Francesco De Fabiani e Federico Pellegrino. Il duo azzurro chiude al sesto posto la gara in tecnica classica vinta dai norvegesi Erik Valnes e Johannes Hoesflot Klaebo.

I due valdostani rimangono nelle prime posizioni per i primi quattro frazioni. Alla quinta il ventottenne del Centro sportivo esercito scivola in ottava posizione e all'ultima frazione risale fino al sesto posto con un ritardo di 25”43 dalla Norvegia e il tempo di 19’48”42.

Pellegrino al sito Fisi.org dichiara: «Si è fatto il massimo e più di quello non c’era nelle gambe. Un sesto posto che non è una medaglia, ma non è nemmeno un decimo posto. Siamo lì, non troppo lontani, dovremo metterci a freddo ad analizzare come è stata la gara, le sensazioni, la gestione dell’ultimo periodo e capire dove ci può essere del margine di miglioramento. Anche oggi i materiali sono stati un punto fermo vincente, perché entrambi avevamo dei gran sci, quindi escludiamo quel fattore e ragioneremo sul resto».

Per il poliziotto di Nus l'olimpiade di Pechino «si conclude in maniera soddisfacente, praticamente la stessa di quattro anni fa con un argento nella Sprint, un ottavo posto nella staffetta e un sesto nella Team sprint, anche se a Pyeongchang fummo quinti ma era in tecnica libera. Tutto sommato in linea con le aspettative; non nascondo che oggi vista la nostra condizione c'era l’idea di poter sognare qualcosa di più grande, però questo è lo sport e non si gareggia da soli. Onore a chi c’è stato davanti: le tre medaglie, la Svezia quarta e il Canada quinto, con due ragazzi molto giovani che han fatto bene».

 


redazione

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2023 Aostaoggi.it