Votazioni flop Ordine dei giornalisti, Trevisan: scarsa affluenza è congenita

trevisan-tiziano

AOSTA. Gli Ordini dei giornalisti delle diverse regioni italiane sono alle prese con il rinnovo degli organi interni. Il denominatore comune di queste consultazioni è la scarsa partecipazione da parte dei giornalisti.

In Valle d'Aosta alla prima "chiamata" hanno votato in 30 su 325 aventi diritto, tra professionisti e pubblicisti, cioè nemmeno il 10%. Non va meglio nelle altre regioni d'Italia che, come la nostra, sono abituate a risultati del genere. Lo conferma anche la segreteria nazionale dell'Ordine: fatta eccezione per Puglia e Molise, il quorum del 50% più uno non è raggiunto alla prima votazione.

Il regolamento prevede la convocazione di una seconda assemblea elettorale e in questo caso il risultato è ritenuto valido indipendentemente dal numero di votanti. Pertanto un Consiglio regionale dei giornalisti, che poi nominerà il presidente dell'Odg, potrà essere legittimato ad operare anche con una manciata di voti.

Una situazione di questo genere dimostra scarsa motivazione da parte degli iscritti per la vita associativa di un Ordine dei giornalisti che cerca di rinnovare se stesso in una fase storica in cui difficilmente si riesce a vederne l'utilità.

Al presidente uscente dell'Ordine della Valle d'Aosta, Tiziano Trevisan, abbiamo chiesto un commento tenuto conto del fatto che anche lui è stato individuato da un Consiglio formato grazie a pochi votanti. «La scarsa affluenza ai vari appuntamenti elettorali dell'Ordine - ha detto - è sfortunatamente un fatto congenito a livello nazionale. Queste sono le norme che regolano attualmente l'Ordine dei giornalisti, anche se a livello nazionale si sta cercando di cambiare qualcosa», evidenzia.

Non si potrebbe sfruttare la tecnologia per aumentare la partecipazione alle elezioni aprendo ad esempio al voto per via telematica? «Se l'Ordine nazionale non si è ancora posto questa domanda, credo sia il momento che lo faccia», ha commentato.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it