Oggi è il

UniVdA, il rettore Cassella: fallito il tentativo illegittimo di mia revoca

  • Pubblicato: Lunedì, 13 Maggio 2019 17:59
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Pin It

cassella fabrizioAOSTA. "E’ fallito il tentativo per disporre illegittimamente la mia revoca": così il rettore Fabrizio Cassella commenta l'esito della riunione di oggi del Consiglio dell'Università della Valle d'Aosta e la nomina del suo successore, Maria Grazia Monaci, a partire da novembre.

"Sono il rettore dell'Univda fino alla fine regolare del mio mandato il prossimo novembre", dichiara in una nota il prof. Cassella. "Le iniziative per delegittimarmi - aggiunge - hanno subito una brusca frenata nella seduta odierna del Consiglio dell’Università e sono implose a seguito del parere legale che ha messo ciascuno di fronte alle proprie responsabilità".

"Continuerò pertanto il mio lavoro e il mio servizio al territorio valdostano - conclude il rettore - con l’impegno finora profuso e adoperando tutte le mie energie per difendere l’autonomia di UniVda e per non raccogliere le provocazioni da parte di quelli che si sono adoperati in questi tre mesi per screditarmi e per cercare di sostituirmi anzitempo".

 

 

 

 

C.R.

 

 



Altre news di attualità

  • Egomnia, Cgil: la politica regionale mortifica la Valle d'Aosta
    AOSTA. L'inchiesta Egomnia sul voto di scambio alle elezioni regionali del 2018 è "l'ennesima pugnalata alle spalle dei valdostani onesti": lo afferma la Cgil Valle d'Aosta chiedendo l'azzeramento della giunta regionale ed ritorno al voto.
  • Ad Aosta primo incontro operativo del gruppo dei Co.Re.Com. per le minoranze linguistiche
    AOSTA. Si è riunito nei giorni scorsi per la prima volta ad Aosta il gruppo di tutela delle minoranze linguistiche nella comunicazione attivato dai Co.Re.Com. di Valle d'Aosta, Bozen Südtirol, Trento, Friuli Venezia Giulia e Sardegna.
  • Mirabelli (Commissione Antimafia): Valle d'Aosta ritorni al voto
    AOSTA. «Il fondato sospetto che in Valle d'Aosta siano stati gli interessi mafiosi a determinare le scelte della giunta, e non quelli dei cittadini e del territorio, è più che sufficiente per imporre l'azzeramento della giunta e il ritorno al voto. Ne va della credibilità delle istituzioni». Lo afferma il senatore Franco Mirabelli, capogruppo PD nella Commissione parlamentare antimafia commentando quanto sta avvenendo in Valle d'Aosta legato all'inchiesta Egomnia sullo scambio elettorale politico-mafioso.
  • Egomnia, on. Tripodi: presidente prefetto è un'anomalia inaccettabile
    AOSTA. La deputata valdostana Elisa Tripodi, del Movimento 5 stelle, commenta le recenti notizie sull'inchiesta Egomnia sui condizionamenti della 'ndrangheta sulle elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale della Valle d'Aosta tenute nel 2018.
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075