.

Covid, 'improcedibile' il ricorso del Cdm contro l'ordinanza regionale del 2020

Il Tar della Valle d'Aosta ufficializza il nulla di fatto sulla controversia legata alle deroghe regionali sui Dpcm

 


Ordinanza n. 552/2020AOSTA. Il Tar della Valle d'Aosta ha dichiarato "improcedibile" il ricorso che il Consiglio dei Ministri aveva presentato lo scorso anno contro l'ordinanza regionale n. 552 dell'11 dicembre 2020 sulle deroghe rispetto alle restrizioni nazionali contro il Covid-19.

L'impugnativa dell'allora governo Conte riguardava in particolare tre punti dell'ordinanza firmata dal presidente della Regione Erik Lavevaz per dare maggiori libertà a bar, ristoranti e alle altre attività di ristorazione e di somministrazione di alimenti e bevande.

L'udienza nel merito del ricorso si è svolta lo scorso 20 aprile. 

La sentenza pubblicata oggi dal Tribunale amministrativo regionale valdostano tiene conto della "sopravvenuta carenza di interesse" sull'argomento. L'ordinanza contestata infatti era valida fino al 20 dicembre 2020, una situazione che comporta "l'inconfigurabilità di qualsiasi possibile utilità discendente dalla definizione nel merito della controversia".

 

 

C.R.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it