.

Al Centro Donne contro la violenza il 12° Premio regionale per il Volontariato

Assegnati anche cinque riconoscimenti ad altrettante iniziative sul territorio valdostano

 

Premio regionale per il volontariato

Un progetto di supporto e inserimento lavorativo è il vincitore dell'ultima edizione del Premio regionale per il Volontariato. Si tratta di "RipensiamoCi Diversamente", una iniziativa realizzata dal Centro Donne contro la violenza e rivolta alle vittime di maltrattamenti che potrà adesso contare su un aiuto economico di 5.000 euro messo in palio proprio dal Premio per il Volontariato.

La cerimonia di premiazione si è svolta mercoledì pomeriggio a Quart. Nel corso del pomeriggio sono stati consegnati anche cinque riconoscimento di 4.000 euro ciascuno ad altri progetti meritevoli. Il primo riconoscimento è andato al progetto "Elaborare il lutto durante l'emergenza Coronavirus", con cui la Lilt VdA svolgerà una serie di incontri per aiutare a superare la perdita di una persona cara in tempo di pandemia. Il secondo riconoscimento è andato a "Cinemagique", l'iniziativa della sezione valdostana dell'Associazione nazionale genitori soggetti autistici Valle d'Aosta: i partecipanti si cimenteranno nel doppiaggio di film, in un percorso terapeutico e di formazione, per potenziare capacità relazionali e inclusione. Ad aggiudicarsi il terzo riconoscimento è stato il progetto "#Volenti o nolenti…", dell'Associazione Savoir & Faire VdA: dedicato alle donne che svolgono il delicato mestiere di assistenza e aiuto dei più fragili, in un'ottica di supporto e sensibilizzazione. Il quarto riconoscimento è stato attribuito a "La stanza delle storie", l'iniziativa dell'associazione Difesa Ammalati Psichici che, attraverso il fumetto, la scrittura autobiografica e quella creativa, mira a stimolare l’interazione tra utenti, educatori, volontari e familiari delle persone con fragilità psichiche. Infine, un quinto riconoscimento è andato al progetto "Gli spassatempo 2" dei Volontari del soccorso di Donnas che confezioneranno scatole dal contenuto speciale per persone affette da patologie neurodegenerative e le loro famiglie.

Ad assegnare il Premio e i riconoscimenti è stata un'apposita giuria, presieduta dal presidente dell'Assemblea Alberto Bertin e dal presidente onorario del Premio André Lanièce, composta dai componenti l'Ufficio di Presidenza (Aurelio Marguerettaz, Paolo Sammaritani, Corrado Jordan e Luca Distort), dal presidente del Lions Club Aosta Host Enrico Detragiache; dal presidente del Lions Club Aosta Mont-Blanc, Alessandro Cavaliere; dal presidente del Rotary Club Aosta Monique Merlo; dal vicepresidente del Rotary Club Courmayeur Valdigne Edgardo Campane; dal presidente della sezione valdostana Associazione nazionale Alpini Carlo Bionaz; dal presidente del CSV Valle d’Aosta Claudio Latino; dal Direttore della Caritas diocesana di Aosta Andrea Gatto e dal Direttore della Fondazione Sistema Ollignan, René Benzo.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it