.

Ucraina, numero verde e conto corrente per l'accoglienza dei profughi

La rete di accoglienza per ospitare gli ucraini in Valle d'Aosta si prepara

 

Centro prima accoglienza

La protezione civile della Valle d'Aosta ha attivato un numero verde dedicato all'accoglienza dei profughi dell'Ucraina. Contattando il numero 800995554 è possibile comunicare la propria disponibilità a ospitare gratuitamente coloro che scappano dalla guerra. È possibile mettere a disposizione stanze o appartamenti segnalandolo alla Protezione civile, la cui struttura sta coordinando la macchina dell'accoglienza messa in moto poco dopo lo scoppio della guerra.

È stato attivata inoltre una raccolta fondi congiunta per finanziare l'accoglienza dei profughi che giungono in Valle d'Aosta. Le donazioni possono essere effettuate sul conto corrente IBAN IT73 G 03069 09606 100000005667 (intestato a Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta) con la causale Emergenza Ucraina.

Centro di prima accoglienza a Villeneuve

Al loro arrivo, secondo quanto stabilito dal tavolo di coordinamento sull'emergenza Ucraina, i profughi saranno prima accompagnati al centro di accoglienza temporanea della Croce Rossa Italiana di Chavonne, a Villeneuve, per un primo screening sanitario e il tampone Covid. Una volta registrati, saranno accompagnati nell'abitazione assegnata.

I profughi saranno presi in carico dei servizi sociali e dall'assistenza sanitaria, in collaborazione con le associazioni e realtà del Terzo settore, con il supporto dei mediatori linguistici.

Anche i Comuni si attivano

Accanto al numero verde della protezione civile regionale, i singoli Comuni della Valle d'Aosta si sono attivati per ricevere le segnalazioni di disponibilità di soluzioni abitative private per accogliere le famiglie in fuga dalle bombe. 

Segnalazione dei cittadini ucraini in Italia

Chi fornisce ospitalità ai cittadini ucraini senza passare dal sistema regionale di protezione civile è chiamato a segnalare la loro presenza alle autorità italiane, operazione che consente inoltre di aiutare il Consolato ucraino a monitorare la situazione.

"Dai valdostani grande generosità"

«I valdostani stanno dimostrando una grande generosità nei confronti di questa popolazione colpita dalla guerra – afferma il presidente della Regione Erik Lavevaz – stanno arrivando numerose disponibilità e offerte che devono essere canalizzate in un sistema condiviso, anche attraverso il coinvolgimento degli enti locali e delle associazioni del Terzo settore. Questo è l’obiettivo del lavoro di coordinamento in atto e degli strumenti che nelle prossime ore saranno operativi, tra cui il numero verde e il conto corrente per la raccolta delle donazioni».

 

 

Marco Camilli
(aggiornato l'8 marzo 2022)

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it