.

Ferrovia, Pendolari Stanchi: "aprire trattativa con Rfi per l'ammodernamento della tratta"

"L'obiettivo di un servizio ferroviario normale e continuativo è ancora da raggiungere"

 

AOSTA. I "gravi disagi della scorsa settimana ci ridicono, ancora una volta, che solo un nuovo contratto di servizio, un piano serio di ammodernamento e di investimenti, alleanze con il Canavasano e la Regione Piemonte e politiche pubbliche di promozione dell'uso del mezzo pubblico ci possono fare uscire da questo perenne incubo".

Lo affermano i Pendolari Stanchi VdA chiedendo per la ferrovia valdostana garanzie, affinché "non si ripetano mai più le scene di marzo, luglio e ottobre" e soluzioni definitive.

"Nonostante i ripetuti allarmi, le rassicurazioni, i tavoli di lavoro e gli accordi più o meno sottoscritti dalle parti in extremis, l'obiettivo di un servizio ferroviario normale e continuativo è ancora da raggiungere", affermano i Pendolari Stanchi. "Occorre cambiare strategia anziché perseverare nell'errore - continua l'associazione -. La Regione ha puntato testardamente tutte le sue carte sull'acquisto dei treni bimodali sui quali confermiamo il nostro giudizio negativo, a discapito dell'impegno necessario alla definizione delle condizioni amministrative e normative del servizio ordinario e, ancor di più, per quello necessario a definire un serio progetto di ammodernamento strutturale". Progetto che, secondo i Pendolari Stanchi, la Regione dovrebbe iniziare a discutere subito con Rfi. "Nella legge di stabilità 2015 c'è una norma che affida a RFI le risorse derivanti dal piano di cessioni del gruppo FS per un nuovo piano di investimenti sulla rete. La Regione Valle d'Aosta deve aprire subito una trattativa con Rfi affinché l'ammodernamento della nostra tratta sia in cima alla lista".

Il prossimo 21 novembre soci e simpatizzanti dell'associazione si ritroveranno al CSV di via Xavier de Maistre, ad Aosta, alle 20.45, per discutere della situazione. In vista dell'Assemblea in direttivo ha preparato un documento di riflessioni e proposte per migliorare il servizio in termini di puntualità, pulizia e informazione e per promuovere l'uso del treno ricorrendo alle agevolazioni per studenti e utenti con redditi bassi.

 

Elena Giovinazzo

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it