.

Privacy, il Garante dice stop all'uso di Google Analytics

I dati dell'utilizzatissimo servizio sono trasferiti negli Stati Uniti, «Paese privo di un adeguato livello di protezione»

 

Google Analytics

Il Garante privacy dice stop all'uso di Google Analytics, popolarissimo servizio di statistica del colosso di Mountain View utilizzato da migliaia di siti web di tutto il mondo e d'Italia - incluso il nostro Aostaoggi.it.

La decisione del Garante italiano per la privacy è basata sul mancato rispetto di un «adeguato livello di protezione» dei dati degli utenti in quanto Google Analytics trasferisce informazioni negli Stati Uniti.

«Dall'indagine del Garante - si legge sulla news pubblicata dal portale del Garante per la protezione dei dati personali - è emerso che i gestori dei siti web che utilizzano GA raccolgono, mediante cookie, informazioni sulle interazioni degli utenti con i predetti siti, le singole pagine visitate e i servizi proposti. Tra i molteplici dati raccolti, indirizzo IP del dispositivo dell'utente e informazioni relative al browser, al sistema operativo, alla risoluzione dello schermo, alla lingua selezionata, nonché data e ora della visita al sito web. Tali informazioni sono risultate oggetto di trasferimento verso gli Stati Uniti. Nel dichiarare l'illiceità del trattamento è stato ribadito che l'indirizzo IP costituisce un dato personale e anche nel caso fosse troncato non diverrebbe un dato anonimo, considerata la capacità di Google di arricchirlo con altri dati di cui è in possesso».

Il trasferimento dei dati raccolti a scopo statistico negli Usa vìola le regole sulla privacy a causa della «possibilità, per le Autorità governative e le agenzie di intelligence statunitensi, di accedere ai dati personali trasferiti senza le dovute garanzie».

L'indagine dell'autorità era basato sulla posizione di un portale che avrà 90 giorni di tempo per conformarsi al Regolamento Ue sulla privacy.

Con l'occasione l'autorità garante «richiama all'attenzione di tutti i gestori italiani di siti web, pubblici e privati, l'illiceità dei trasferimenti effettuati verso gli Stati Uniti attraverso GA, anche in considerazione delle numerose segnalazioni e quesiti che stanno pervenendo all’Ufficio. E invita tutti i titolari del trattamento a verificare la conformità delle modalità di utilizzo di cookie e altri strumenti di tracciamento utilizzati sui propri siti web, con particolare attenzione a Google Analytics e ad altri servizi analoghi, con la normativa in materia di protezione dei dati personali».

A seguito dell'indicazione, Aostaoggi.it provvederà nel più breve tempo possibile a rimuovere e sostituire Google Analytics dal proprio portale.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it