Agenzia Dogane, in Valle d'Aosta dipendenti in sciopero

Sindacati: gravi carenze di organico, personale costretto a rinunciare a ferie e permessi

 

Agenzia Dogane e Monopoli

Venerdì 27 gennaio si terrà lo sciopero dei dipendenti dell'Ufficio Dogane di Aosta al Gran San Bernardo. La giornata di astensione dal lavoro giungerà dopo quattro giorni di sciopero degli straordinari per i lavoratori della sede.

I sindacati Fp Cgil, CCisl Fp, Uil Pa Confintesa, Confsal Unsa descrivono una situazione «grave» nello spiegare i motivi dello sciopero: blocco del turnover con conseguente carenza del personale per una «improvvida spending review, che ha svuotato l’Agenzia. Il tutto aggravato dalla Brexit, che ha aumentato il carico di lavoro, e da una continua emorragia di personale, appena mitigata da nuovi concorsi, tardivi e gravemente insufficienti».

La situazione «è stata da tempo denunciata sia ai vertici dell’Agenzia che alla Prefettura», dicono i sindacati. «L'attività degli uffici dell'Agenzia Dogane e dei Monopoli è diventata sempre più pressante, differenziata e specialistica, ma senza un numero adeguato di personale è impossibile dare all’utenza i dovuti servizi e contrastare anche gli illeciti e le frodi». L'insufficienza di organico ha determinato un «consolidato uso di non fare usufruire dei diritti contrattuali ai dipendenti con il solito pretesto della collaborazione dei funzionari in servizio, i quali sono spesso costretti a rinunciare a recuperi, ferie e permessi, mentre i servizi invece sono richiesti senza possibilità di dissentire e con conseguenti e indebite ricadute su giudizi e votazioni».

Le sigle sindacali evidenziano poi le difficoltà di collegamento tra gli uffici sul territorio italiano e svizzero dell'Ufficio. Mancando un trasporto pubblico, «l'unico mezzo per raggiungere i luoghi di lavoro è un'auto di servizio, con la quale i dipendenti percorrono giornalmente una strada di montagna, spesso ghiacciata e non di rado frequentata da animali selvatici, senza che quel tempo di viaggio sia riconosciuto come tempo di lavoro».

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2023 Aostaoggi.it