Covid-19, focolaio in un alpeggio e un caso nella micro di Introd

In corso le attività di controllo sulle persone venute a contatto con i 10 nuovi casi accertati in Valle d'Aosta

 

coronavirus

AOSTA. Alla fine la notizia tanto temuta è arrivata: in Valle d'Aosta sono stati accertati nuovi casi di contagi da Covid-19. La comunicazione inviata ieri pomeriggio dalla Regione indica altre 10 persone trovate positive tra lunedì e martedì.

Non si tratta di una notizia inattesa. In tutte le altre regioni italiane, a velocità diverse, i contagi sono ripresi, anche se con numeri ben distanti dalla fase di grande emergenza di marzo - aprile - maggio. La Valle d'Aosta era rimasta in alcuni giorni l'unica realtà con contagi zero.

Focolaio in un alpeggio a Nus

Sette nuovi casi sono legati ad un alpeggio situato a Nus. I contagiati sono tre componenti della famiglia che gestisce l'azienda agricola e quattro lavoratori stagionali dell'alpeggio, tutti stranieri. Per ora nessuno di loro ha sintomi gravi, infatti tutti sono posti in isolamento domiciliare senza quindi necessità di ricorrere alle cure ospedaliere. I sanitari stanno adesso cercando di rintracciare le persone venute a contatto con i sette e quindi potenzialmente infette. Le attività di screening sono già iniziate a cominciare dai componenti delle rispettive famiglie e da loro probabilmente si allargheranno ad altre persone che potrebbero essere venute inconsapevolmente a contatto con il virus e averlo a loro volta diffuso. 

Il focolaio dell'alpeggio è stato scoperto grazie ai controlli sui lavoratori stagionali.

Gli altri tre casi sono emersi tramite attività di screening e uno da controlli in ospedale. 

Chiusa la micro di Introd

Una persona risultata positiva al virus nelle ultime ore è un ospite della microcomunità di Introd, al momento asintomatico, che già si trovava in isolamento dopo essere stata in una struttura sanitaria. Come disposto dai protocolli in questi casi gli altri venti anziani della micro sono stati sottoposti al tampone. Lo stesso è avvenuto per il personale che vi lavora e che comunque non è impiegato in altre strutture per anziani. Per precauzione le visite dei parenti sono state sospese. 


Superati i 1200 casi in Valle d'Aosta

Con questi ultimi dieci casi, cui se ne potrebbero chiaramente aggiungere altri nelle prossime ore, in Valle d'Aosta si contano 1.206 contagi da Covid-19. Due le persone ricoverate in ospedale ad Aosta, mentre gli altri si trovano in isolamento domiciliare.

 

Marco Camilli

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it