.

Grande Valle d’Aosta con Parisi, Pesse, Berta e Vittone ai tricolore di Bielmonte

Oltre cento Juniores presenti domenica ai Campionati italiani di Mountain Bike

 

Grande scorpacciata di medaglie in terra biellese per i biker valdostani, impegnati domenica nei Campionati italiani di MountainBike, un bottino che luccica di tutti i metalli: oro di Yannick Parisi negli Juniores; argento di Nicole Pesse e bronzo di Andreas Vittone negli Under 23 e ancora un terzo gradino del podio di Martina Berta nelle Elite. E ben tre di queste medaglie hanno un unico comune denominatore: l'allenatore Michael Pesse, per certo parte attiva di queste belle imprese sportive.

Ad aprire la lunga giornata dei titoli tricolore gli oltre 100 Juniores e, subito a dettare il ritmo, è Yannick Parisi (Cicli Lucchini); subito dietro, i due Scott Libarna Xco, Filippo Agostinacchio e il ligure Matteo Siffredi e il piemontese Marco Betteo (Rive Rosse). I due ‘Scott' rientrano nel secondo giro ma, nella terza tornata è ancora Parisi ad alzare i giri del motore e mettere terreno tra sé e i due compagni di fuga; al suono della campana il vantaggio del portacolori del Cicli Lucchini è oltre i 30” su Agostinacchio, che provava a tenere le ruote del battistrada. Yannick Parisi non cedeva un centimetro e poteva festeggiare - bici alzata sopra la testa – sul traguardo, tagliato in 1h 04'25”; la lotta per il podio premiava Matteo Siffredi (1h 05'18”) e Marco Betteo (1h 05'44”). Poi, due bergamaschi, Nicolas Milesi (1h 05'57”) e Michael Pecis (1h 05'59”), che scavalcavano Filippo Agostinacchio, 6° in 1h 06'37”; 33° Alessio Cino (Scott Libarna Xco; 1h 17'07”); 88° Christophe Carlin (Vc Coumayeur MB).

Anche negli Under 23 subito quattro atleti a fare l'andatura: Juri Zanotti (Ktm – Protek – Elettrosystem), Simone Avondetto (Team Trek Pirelli), Andreas Vittone (Ktm – Protek – Elettrosystem) e Filippo Fontana (Cs Carabinieri), ovvero i favoriti della vigilia. Il primo scossone arriva al terzo giro, con Zanotti e Avondetto ad allungare e a passare sul rettifilo d'arrivo con 45” sul gressaen. Nella tornata conclusiva è Juri Zanotti (1h 12'48”) ad avere più ‘gamba' e a indossare la maglia tricolore; alle sue spalle Simone Avondetto (1h 13'19”) e bronzo a Andreas Vittone (1h 15'20”).

Elite, Under 23 e Juniores Donne al via con partenze scaglionate, e Martina Berta (Santa Cruz) subito davanti per i primi due giri, fino ad accumulare mezzo minuto di vantaggio, ma la portacolori del Centro sportivo Esercito ha pagato lo sforzo iniziale e da dietro arrivavano di gran carriera Eva Lechner (Cse; 1h 31'18”; al suo ennesimo titolo tricolore) e Marika Tovo (Ktm – Protek – Elettrosyste; 1h 31' 30”) con bronzo al collo di Martina Berta (1h 32'25”).

Nelle Under 23, faceva subito il vuoto la feltrina Giada Specia (Ktm – Protek – Elettrosystem), sul traguardo in 1h 15'11”. Alle sue spalle, l'argento di Nicole Pesse (Ktm – Protek – Elettrosystem; 1h 18'17”) e terza la ligure Francesca Saccu (Ktm Brenta Brakes; 1h 22'11”). Al 9° posto Martina Stirano (Team LaPierre; 1h 19'52”); 13° e 14° la coppia del Cicli Lucchini, Camilla Martinet (1h 34'28”) e Camilla De Pieri (1h 36'09”).

Anche nelle Juniores gara solitaria di Sara Cortinovis (Four Es; 56'18”); conclude in 10° posizione Giulia Challancin (Scott Libarna Xco; 1h 03'50”).

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it