Alpinista disperso sul Monte Rosa, stop alle ricerche

 

Scomparso da tre giorni, potrebbe essere precipitato

AOSTA. Hanno tutte dato esito negativo le ricerche di Gianfranco Toso, alpinista di circa 50 anni di Padova disperso sul massiccio del Monte Rosa. Dell'uomo si sono perse le tracce tre giorni fa.

Partito lo scorso sabato con uno scalatore dal rifugio delle Guide di Ayas (3.420 m), ha deciso di proseguire da solo per il Breithorn centrale mentre l'amico si è diretto verso il rifugio Guide del Cervino. L'allarme è scattato in serata dopo che i due si erano sentiti via telefono.

In questi giorni gli uomini del Soccorso alpino valdostano e del Sagf della Guardia di finanza hanno cercato di individuare tracce dell'alpinista, ma le operazioni condotte via terra e con elicottero sono state ostacolate dal maltempo. La zona delle ricerche inoltre è piuttosto vasta e ricca di crepacci.

Nel pomeriggio di ieri l'attività è stata sospesa e questa mattina gli ulteriori tentativi di ritrovarlo non hanno fornito indizi utili. Vista la situazione, le ricerche sono state sospese in via definitiva.

L'ipotesi principale è che l'alpinista sia precipitato dalla cresta lungo la parete Nord a causa del distacco di una cornice di neve provocato dalle temperature elevate.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it