REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Artigiano morto in scavo ad Ayas, ok al rito abbreviato

tribunale

AOSTA. Riprenderà il 2 luglio il processo sulla morte di Piero Jaccod, l'artigiano quarantaquattrenne di Ayas morto lo scorso 25 ottobre in un cantiere di frazione Periasc. Il giudice monocratico ha accolto la richiesta delle difese di procedere con il rito abbreviato. Nel frattempo è in corso una trattativa con la parte civile.

Gli imputati per omicidio colposo e violazione del testo unico sulla sicurezza sul lavoro sono l'impresario di 54 anni Fabrizio Merlet e il progettista dei lavori Alex Gaspard di 35 anni.

Jaccod stava lavorando alla posa delle tubazioni della rete fognaria di una stalla. L'artigiano si trovava nello scavo quando i margini del fossato hanno ceduto e lo hanno seppellito.


M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it