Ipotesi corruzione elettorale, Avati: sempre agito nel rispetto della legge

avatiAOSTA. «Con riferimento alle notizie apparse sugli organi di stampa regionali e relative ad un mio coinvolgimento in un'indagine penale in corso mi preme evidenziare che non ho mai commesso le condotte ipotizzate e che ho agito sempre nel pieno rispetto della legge». Lo afferma Domenico Avati, dipendente del Casinò di Saint-Vincent, indagato dalla procura di Aosta per corruzione in ambito elettorale collegata al suo impiego nella Casinò Spa.

Avati, 53 anni, era candidato alle politiche del 20 maggio scorso nella lista UV ed è il terzo degli esclusi dal Consiglio Valle (con 815 preferenze).

«Confido - continua Avati - con assoluta serenità pertanto che i doverosi approfondimenti della Magistratura condurranno ad accertare la mia totale estraneità alle ipotesi investigative. Mi preme sottolineare che ho sempre svolto il mio lavoro con totale trasparenza e abnegazione e non ho mai strumentalizzato il mio ruolo lavorativo».


M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it