Violenze sulla moglie, nigeriano condannato a 10 anni


Era a processo per violenza sessuale e maltrattamenti

 

martello giudiceAOSTA. Avrebbe abusato sessualmente della moglie minacciandola di farla tornare in Nigeria se si fosse rifiutata di avere rapporti e picchiandola con calci e schiaffi. Con le accuse di violenza sessuale e maltrattamenti, il tribunale collegiale di Aosta ha condannato un cittadino nigeriano di trentuno anni a scontare dieci anni di reclusione e pagare un risarcimento di diecimila euro.

I fatti portati a processo sono avvenuti tra settembre e ottobre 2016 in un due appartamenti situati a Nus e a Verrès.

«Lei ci aveva detto che non era d'accordo con le nozze indotte dalla famiglia. Era arrivata a Roma, in un centro per migranti, ma si era allontanata prima di completare pratica», ha affermato in aula un'agente di polizia.

 

Marco Camilli

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it