Processo Casinò, difesa Rollandin: azione sempre finalizzata all'interesse pubblico


Continua ad Aosta il processo per truffa e falso in bilancio sui finanziamenti alla casa da gioco

Tribunale

AOSTA. Continua il processo per truffa e falso in bilancio sui 140 milioni di euro di finanziamenti pubblici al Casinò di Saint-Vincent. Oggi a Palazzo di giustizia di Aosta le difese hanno pronunciato le loro arrighe.

Uscendo dal tribunale l'avvocato Giorgio Piazzese, legale dell'ex presidente della Regione Augusto Rollandin, ha riferito ai giornalisti quanto sostenuto in aula. «Non sussiste assolutamente il reato di truffa - ha dichiarato -. L'azione politica è sempre stata finalizzata al raggiungimento dell'interesse pubblico, che era quello di finanziare, di sostenere il Casinò, perché individuato quale strumento fondamentale per il rilancio e lo sviluppo economico, turistico e occupazionale della Regione».

«Le dichiarazioni testimoniali secondo me sono inattendibili», ha aggiunto il legale, e le intercettazioni «dimostrano anzi la totale inconsapevolezza del presidente Rollandin rispetto a determinati temi. Se lette nell'ottica corretta, secondo me pesano a favore».

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it