Lite condominiale tra esercito, polizia e carabinieri finisce in tribunale


Al centro del contendere i posti auto di alcuni condomini di Aosta. Vince (per ora) l'esercito

Via ChambéryAOSTA. Una lite tra condomini per la proprietà di posti auto che arriva in tribunale non è una novità, ma se le parti in lite sono polizia, carabinieri ed esercito, la situazione diventa quanto meno unica. Accade ad Aosta dove tre cooperative di appartenenti alle tre forze si contendono la proprietà dei posti auto esterni e di alcuni spazi comuni di un gruppo di condomini situati via Chambery di recente costruzione.

Su un fronte ci sono la cooperativa edilizia Aosta Uno Srl e la Valle d'Aosta Due, rispettivamente degli appartementi a carabinieri e polizia, e sull'altro fronte la cooperativa Lo Scoiattolo, legata all'esercito. Le prime due sono favorevoli alla divisione della proprietà dei posti auto esterni mentre la terza è di parere contrario.

Il tribunale di Aosta si era già espresso a favore de Lo Scoiattolo ed ora anche la Corte d'Appello di Torino ha preso una decisione simile respingendo l'impugnativa di Aosta Uno e Valle d'Aosta Due.

Secondo i giudici «i presupposti per la divisione parziale, stante la mancanza di un accordo inter partes e non ricorrendo l'ipotesi della richiesta divisione parziale da una delle parti a fronte del mancato ampliamento della domanda dalle altre, non sussistono».

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it