Incidente aereo sul Rutor, in corso il recupero delle ultime due vittime

incidente Rutor

LA THUILE. Sono in corso le operazioni di recupero delle altre due vittime dello scontro aereo avvenuto ieri pomeriggio a quota 3.000 metri sul ghiacciaio del Rutor, a La Thuile, tra un elicottero e un ultraleggero. Sale quindi a sette il numero dei morti. Due invece i feriti, gravi ma in condizioni stabili.

Al momento non ci sono testimonianze dirette di quanto accaduto. I due feriti, un francese e uno svizzero recuperati ancora coscienti e ricoverati in Rianimazione ad Aosta, non sono stati in grado di riferire informazioni sulla dinamica, ma hanno aiutato i soccorritori a capire quante persone fossero coinvolte nel disastro, permettendo così di organizzare al meglio le operazioni. Quello che è certo visto la posizione dei rottami e dei corpi (alcuni dei quali recuperati sotto un metro di neve) è che sia l'elicottero sia l'aereo da turismo francese erano in volo al momento dell'impatto. Probabilmente l'elicottero, di una ditta privata di heliski, aveva appena recuperato il gruppo di sciatori e si apprestava a tornare a Courmayeur.



L'incidente si è verificato intorno alle 15.45. L'attività di heliski deve interrompersi alle ore 16, prima che arrivi il buio, e alle 16.01 la Centrale unica del soccorso ha ricevuto l'allarme della società di heliski preoccupata perché l'elicottero non era ancora rientrato. Subito sono stati allertate anche le autorità francesi, visto che la zona è vicino al confine, ed è stato chiesta la collaborazione dei soccorsi dal Piemonte ma poi, visto che quasi subito sono state accertati i primi 5 morti, uno degli elicotteri è stato fatto rientrare.

Ai finanzieri del Sagf di Entrèves il compito di ricostruire il disastro.

 

 

Marco Camilli

 

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it