Vertice in procura ad Aosta sull'incidente aereo del Rutor

TribunaleAOSTA. Continuano le attività di indagine sull'incidente aereo avvenuto sul ghiacciaio del Rutor venerdì scorso. Ieri il sostituto procuratore di Aosta Carlo Introvigne ha incontrato la guardia di finanza e i carabinieri per definire il lavoro da portare avanti nei prossimi giorni. L'obiettivo è chiaramente ricostruire con precisione la dinamica dello scontro tra l'aereo da turismo francese e l'elicottero dell'heliski e accertare le eventuali responsabilità.

Secondo i soccorritori al momento dell'impatto entrambi i veicoli erano in volo. Una conclusione, basta sulla posizione dei rottami e dei corpi, ritenuta molto plausibile anche dagli inquirenti. Sembrerebbe inoltre che l'aereo non abbia comunicato via radio la propria presenza in zona durante il volo a vista. Su questi due aspetti e su molti altri si concentrerà il lavoro della procura aostana.

I morti sono sette: un cittadino francese, un belga, tre tedeschi, il pilota toscano Maurizio Scarpelli e una guida alpina tedesca residente a Gressoney, Frank Henssler. Il pilota di aereo e istruttore di volo francese Philippe Michel ed il tedesco Martin Werner sono gli unici sopravvissuti.

 

 

M.C.

 

 



Pin It
© 2020 Aostaoggi.it