Controlli nelle discoteche della Valle d'Aosta: irregolari 9 su 10

poliziaAOSTA. Un locale del centro di Aosta, situato in via Croce di Città, è stato sanzionato dalla polizia per aver servito birre e superalcolici a ragazzi di 15 e 16 anni. Il barista che ha omesso di controllare l'età dei giovani avventori è stato deferito all'autorità giudiziaria per la violazione della legge ed il gestore, anch'esso denunciato, rischia ora la sospensione della licenza commerciale.

Questo è soltanto l'ultimo di un lungo elengo di irregolarità rilevate dalla polizia di Aosta sul divieto di somministrare alcolici a minori e minorenni. Nell'ultimo anno ci sono stati altri undici casi simili. E la vendita di bevande alcoliche non è l'unico problema riscontrato nei locali frequentati dai giovani.

Negli ultimi tre mesi, il giro di vite della questura aostana nei confronti di locali da ballo della nostra regione ha dato esiti allarmanti: 9 discoteche su 10 sono risultate irregolari. Il dato è stato reso noto dal vicequestore Francesco Menchiari nel corso di una conferenza stampa. «Su dieci locali, nove sono stati sanzionati. L'unico indenne, a Sarre, aveva già dismesso l'attività di locale da ballo» ha spiegato. Negli altri la polizia ha rilevato uscite di sicurezza nascoste o bloccate, impianti elettrici non a norma, sistemi antincendio non funzionanti, estintori non revisionati, addetti alla sicurezza abusivi ed in un caso, a Valtournenche, persino la mancanza di licenza a svolgere l'attività. In tutto sono state elevate sanzioni per 54.000 euro.



 

 

Marco Camilli

 

 




Pin It
© 2020 Aostaoggi.it