Evasione Iva, chiesto il sequestro dei conti del Forte di Bard

Forte di BardAOSTA. Supera il milione di euro il valore del sequestro preventivo chiesto dalla Procura di Aosta nei confronti dell'Associazione Forte di Bard, sospettata di aver evaso l'Iva.

Sul caso esiste una segnalazione dell'Agenzia delle Entrate per presunte irregolarità nel periodo 2015-2016. L'Associazione di Bard, una no profit, è sospettata dalla procura di aver svolto attività di tipo commerciale senza rispettare alcune disposizioni dello Statuto che permettono di beneficiare di un regime fiscale agevolato. Secondo questa tesi l'Associazione avrebbe dovuto pagare l'Iva su circa cinque milioni di euro di fondi ricevuti, parte dei quali pubblici.

Il sequestro preventivo chiesto dal pm Ceccanti e firmato dal gip De Paola vale 1,1 milioni di euro sui conti correnti dell'Associazione e su beni dell'ex consigliere delegato Gabriele Accornero. Sui conti sono stati trovati circa 700-800mila euro.

 

 

 

 

M.C.

 

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it