Sequestrata la parafarmacia di Saint-Vincent in un'indagine per ricettazione

Indagati titolare e fratello; coinvolto anche un dipendente della farmacia di Châtillon

 

carabinieriSAINT-VINCENT. La parafarmacia di Saint-Vincent è finita sotto sequestro nell'ambito di una indagine per ricettazione di farmaci ed esercizio abusivo della professione. Sotto accusa la titolare dell'attività e il fratello, entrambi indagati.

Le indagini sono state seguite dai carabinieri della stazione di Châtillon / Saint-Vincent e dai colleghi del Nucleo antisofisticazioni e sono iniziate dopo la denuncia di un furto di medicinali ai danni della farmacia di Châtillon. Secondo quanto emerso, il dipendente della farmacia - la cui posizione è al vaglio degli inquirenti - sarebbe riuscito a sottrarre dei medicinali dal luogo di lavoro che poi ha rivenduto alla titolare della parafarmacia. In quest'ultima attività, dietro al bancone, è stato inoltre trovato il fratello della titolare che tuttavia non è farmacista.

Durante il sequestro i carabinieri hanno anche trovato farmaci vendibili solo su ricetta. Le parafarmacie sono autorizzate soltanto a vendere medicinali senza obbligo di prescrizione medica.

 

Marco Camilli

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it