Valanga mortale a Pila, condannati sei istruttori Cai

 

Valanga a PilaAOSTA. Il giudice monocratico di Aosta ha condannato a un anno e mezzo sei istruttori Cai per la morte di due scialpinisti travolti dalla valanga caduta il 7 aprile 2018 sul colle Chamolé. Disastro e omicidio colposi i reati contestati.

La tragedia avvenne durante una escursione programmata per un corso di scialpinismo. Al passaggio al colle Chamolé, nella zona di Pila, si staccò una valanga che travolse quattro partecipanti e uccise il ventottenne di Faenza Roberto Bucci e il cinquantaquattrenne di Imola Carlo Dell'Osso. Secondo l'esito di una perizia con incidente probatorio furono compiute delle "scelte imprudenti" nello stabilire percorso, orario e numero di partecipanti.

Le accuse riguardano il direttore del corso avanzato di scialpinismo Vittorio Lega, 50 anni di Imola (Bologna), Leopoldo Grilli, 46 anni di Imola, Alberto Assirelli, 52 anni di Ravenna, Paola Marabini 59 anni di Faenza (Ravenna), Giacomo Lippera, 48 anni di Chiaravalle (Ancona), e Matteo Manuelli 45 anni di Imola, questi ultimi due rimasti feriti.

 

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it