.

Morto David Sassoli. Lavevaz e Bertin: figura autorevole, preparata e di grande equilibrio

Il presidente del Parlamento europeo aveva 65 anni. Ieri la notizia del ricovero in ospedale

 

David Sassoli (© European Union 2021 - Source : EP)

È morto all'età di 65 anni il presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Appena ieri la notizia del suo ricovero per una grave complicanza dovuta ad una disfunzione del sistema immunitario. Nella notte il giornalista e politico, convinto europeista, è spirato in ospedale ad Aviano.

Fiorentino di nascita e romano di adozione, Sassoli era volto molto noto in Italia. La sua carriera di giornalista lo portò a condurre il Tg1. Poi, nel 2009, l'ingresso in politica. Candidato del Partito Democratico, grazie alle 400.000 preferenze ottenute divenne il capo delegazione del partito nel Parlamento europeo e poi candidato alla presidenza del parlamento Ue.

Il suo incarico di presidente dell'europarlamento si è svolto in gran parte nel difficile periodo della pandemia. Eletto all'inizio del suo terzo mandato, il 3 luglio 2019, e nel suo discorso parlò dell'importanza di contrastare il cambiamento climatico, promuovere i valori europei, avvicinare la politica ai cittadini e della solidarietà. All'inizio della pandemia mise a disposizione i locali vuoti del Parlamento europeo per la preparazione di pasti ai bisognosi e per un centro screening per il Covid.

A novembre David Sassoli era atteso ad Aosta per partecipare alla Scuola per la Democrazia 2021. La sua presenza fu tuttavia annullata per motivi di salute.

Il suo mandato al vertice del Parlamento europeo sarebbe terminato questo mese. La seduta plenaria per l'elezione del nuovo presidente è programmata per la prossima settimana.

Cordoglio delle istituzioni valdostane

In una nota i presidenti della Regione, Erik Lavevaz, e del Consiglio regionale, Alberto Bertin, esprimono cordoglio per la scomparsa di Sassoli.

«La politica italiana e continentale - affermano - perdono una figura autorevole, preparata e di grande equilibrio. L’esperienza di Sassoli è stato un esempio di buona politica, di impegno e di rispetto per i fondamenti della nostra democrazia: un uomo capace di avvicinare i cittadini italiani alle istituzioni europee, sottolineando l’importanza di conoscerle e di proiettarle verso un futuro comune fatto di rispetto reciproco».

 

 

Marco Camilli

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it