Ondata di furti in Valle, video intervista al Questore di Aosta Celia

Mentre i furti aumentano alcuni reati vengono depenalizzati

 

AOSTA. Una tabaccheria rapinata nelle vie pedonali di Aosta, un furto con "spaccata" nel centro di Courmayeur, due uomini arrestati per furto in un'abitazione.

Celia-maurizio1Sono alcuni dei più recenti episodi di cronaca avvenuti in Valle d'Aosta che aumentano la sensazione di insicurezza di residenti e commercianti. Nonostante il crescente impegno delle forze dell'ordine nel mantenere sicuro il territorio, in questi giorni è arrivata la notizia della depenalizzare di una lunga serie di reati considerati minori tra cui ad esempio il furto e la truffa, l'appropriazione indebita, la resistenza a pubblico ufficiale.

Nella video intervista che vi proponiamo il Questore di Aosta, Maurizio Celia, riassume cosa sta accadendo nella nostra regione sul tema della criminalità e come ci si può difendere dai reati predatori. «C'è un aumento di alcune tipologie criminali come furti in alloggio, che valutiamo intorno al 25%», esordisce Celia, ma complessivamente i reati sono in calo del 6%.

La collaborazione dei cittadini con le forze dell'ordine è fondamentale per combattere la microcriminalità, ma Celia spiega che servono anche processi veloci e certezza della pena. «C'è una certa arroganza da parte di questa criminalità, nella quasi consapevolezza che non ci saranno conseguenze importanti per loro», ammette Celia.

Nel video la video intervista integrale al Questore.Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it